Yemen, 11enne in fuga: ”Piuttosto che sposarmi preferirei essere morta”

nada25 lug – Sta facendo il giro del mondo su YouTube il video di Nada Al Adhal, la bambina di 11 anni yemenita che si e’ ribellata ai genitori che la volevano dare in sposa a un adulto sconosciuto. Dopo che le sue parole sono state tradotte in inglese dal canale Memri, il suo messaggio e’ stato visto da oltre cinque milioni di persone in un paio di giorni.

”Piuttosto che sposarmi preferirei essere morta. Alla mia famiglia dico che con loro ho chiuso, hanno rovinato tutti i miei sogni”, dice la bambina nel video. La storia e’ emersa perche’ Nada ha trovato l’aiuto della famiglia degli zii, alla quale era stata affidata e che evidentemente non hanno condiviso l’idea di darla in sposa prima a un ricco saudita e poi a un altro sconosciuto disposto a pagare una dote generosa.

”Ci sono 70 milioni di donne nei paesi in via di sviluppo tra i 20 e i 24 anni che si sono sposate prima dei 18 anni”, commenta il portavoce di UNICEF Italia, Andrea Iacomini. ”Se questa tendenza proseguira’ e non metteremo fine a questo fenomeno, 142 milioni di bambine nel mondo entro il 2020 si sposeranno prima di aver compiuto 18 anni ossia 37 mila ogni giorno. Un dato che ha dell’incredibile. Il progresso e’ ancora lento ed in molti paesi dove anche sussistono legislazioni che pongono limiti ai matrimoni precoci, con il consenso dei genitori spesso molte bambine contraggono matrimoni a soli 12 anni. Nello Yemen sembra addirittura non ci sia alcun limite. Mi auguro che il grido di dolore di Nada ed il suo esempio possano servire ad accendere i riflettori su una delle piu’ gravi violazioni di diritti umani del nostro tempo”



   

 

 

1 Commento per “Yemen, 11enne in fuga: ”Piuttosto che sposarmi preferirei essere morta””

  1. leggo commenti del tipo ditelo alla Kyenge qualcuno illumina lamia ignoranza spiegandomi cosa c’entra un ministro dellaRepubblica Italiana , cittadina Italiana con quello che accade in Yemen?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -