Fmi ordina all’Italia: flessibilità dei salari e privatizzazioni

fmi01

25 lug –  L’Italia deve “migliorare il funzionamento del mercato del lavoro” e “accrescere la concorrenza nel mercato dei prodotti”. Sono le due riforme indicate come prioritarie per il nostro paese dal Fondo monetario internazionale nel rapporto annuale sull’Eurozona. Il Fondo riconosce i progressi fatti in alcuni settori, ad esempio nel mercato del lavoro, grazie alla riforma Fornero, e sul fronte della semplificazione burocratica e della liberalizzazione del mercato dei prodotti.

Sul fronte delle raccomandazioni, invece, i tecnici del Fondo invitano l’Italia a “chiarire le condizioni per il reintegro attraverso il processo giudiziario”, “introdurre contratti flessibili a tempo indeterminato” e “promuovere la contrattazione aziendale”, oltre a “valutare le differenze regionali nelle retribuzioni pubbliche” e a “sostenere la flessibilità salariale nel settore privato“.

Infine, per quanto riguarda la concorrenza, il Fondo evidenzia “la necessità di ulteriori passi in avanti nelle privatizzazioni, in particolare dei servizi pubblici locali”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -