Finocchiaro: il finanziamento ai partiti e’ doveroso

finocch23 lug – ”Nel dibattito sulle riforme costituzionali continua a mancare anche solo la citazione di un soggetto la cui importanza e’ invece definitiva per scegliere tra le diverse opzioni di riforma e, in particolare, tra quelle che riguardano la forma di governo. Mi riferisco ai partiti politici. Soggetti cui la Costituzione dedica l’art. 49, annettendo ad essi importanza centrale nella definizione dell’identita’ democratica del nostro sistema. Ma dire ”partito” oggi e’ come pronunciare una bestemmia”.

Lo afferma Anna Finocchiaro, senatrice del Pd e Presidente della commissione Affari costituzionali a Palazzo Madama, in un articolo oggi sull’Unita’. ”Dirigente di partito” e’ accezione negativa – aggiunge la Finocchiaro – le forme democratiche riservate agli iscritti vengono guardate con sospetto, e non parlo del c.d. finanziamento pubblico, che per essere politically correct non puo’ che essere abolito, facendo finta di non sapere che anche l’uno per mille e’ un costo pubblico, e che in questo Paese le lobbies non sono regolate, e i poteri criminali hanno una tale disponibilita’ di capitale da fare un sol boccone di un partito intero, e neanche tra i piu’ piccoli”.

”Allo stesso modo – insiste la senatrice del Pd – chi ripropone un disegno di legge di attuazione dell’art. 49 della Costituzione, fondato sull’ovvia (?) considerazione che i partiti devono garantire la pubblicita’ e il controllo dei propri bilanci e assicurare democrazia interna e controllo sugli iscritti per corrispondere al profilo disegnato dall’art.49 della Costituzione, viene considerato un nemico della democrazia e un pericoloso eversore (nel silenzio imbarazzato dei tanti parlamentari che quella proposta di legge avevano firmato nella precedente legislatura e in questa, e che di quella proposta si erano fatti orgogliosi propugnatori in campagna elettorale, trattandosi di uno degli otto punti programmatici del PD)”



   

 

 

1 Commento per “Finocchiaro: il finanziamento ai partiti e’ doveroso”

  1. a Bigotta…..ma perchè non te ne vai a quel paese…parassita..tu e il tuo partito…e quell’imbecille dello smacchiatore di giaguari….

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -