Lampedusa: corteo dei migranti contro l’identificazione

 

21 LUG – Oltre duecento migranti, ospiti nel centro di Lampedusa, hanno sfilato ieri in corteo per le strade dell’isola in modo pacifico, mostrando striscioni con scritte in arabo e inglese, sotto il controllo di polizia e carabinieri.

Chiedono di non essere identificati attraverso le impronte digitali, in modo da poter lasciare l’Italia e raggiungere altre destinazioni; subito dopo sono rientrati nel centro in contrata Imbriacola.



   

 

 

9 Commenti per “Lampedusa: corteo dei migranti contro l’identificazione”

  1. Non ti vuoi far identificare, non entri.

  2. E’ ora di iniziare a fare un po di pulizia, tanto si sa che dall’ Italia non se ne andranno più

    • Appunto..almeno identificati si sapeva chi erano ,dove erano..neanche quello…non lamentiamoci poi delle picconate, degli stupri, delle razzie …chiaro…agiscono indisturbati..non si sa chi sono.Ma basta!!!

  3. Scusate la volgarita’ ma sti katumba hanno rotto i coglioni

  4. se non volete essere identificati andate a romperei coglioni in un altro stato noi stiamo bene ugualmente

  5. GIUSEPPE MIRANDI

    perché non vogliono essere identificati? …..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. ma chi gliele suggerisce queste cose la Boldrine e la Kienge?

  7. italiani fuori dall’iitalia creata dai nostri nonni ,ora basta stiamo arrivandoaarrivando all’assurdo. noi paghiamo le tasse e gli stranieri oltrea consumare i nostri soldi si permettono anche di protestare .

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -