Rissa, un gruppo di nigeriani assale e denuda un connazionale

padova18 lug – PADOVA – «L’area fra l’ex Hotel Abritto, il cavalcavia Borgomagno e vicolo Tiziano Aspetti è fuori dalla giurisdizione italiana. Ogni giorno, a tutte le ore, decine di africani e magrebini, in competizione fra loro, bivaccano, spacciano e si affrontano fisicamente fra lo sconcerto dei residenti. Mercoledì 17 sera, poco dopo le 20.00, un gruppo di nigeriani ha assalito un connazionale e lo ha addirittura denudato, probabilmente per sottrargli i proventi della sua attività criminale.

Alcuni militanti della Lega, riuniti in assemblea nella nostra sede adiacente, hanno filmato l’accaduto, prima dell’intervento tempestivo dei Carabinieri, che hanno disperso il capannello e riportato la calma. Lo stesso immigrato, che è stato denudato e che per qualche minuto ha vagato in preda a chissà quale visione per il quartiere, era stato visto, poco prima, vomitare degli ovuli nel bel mezzo del giardino pubblico che costeggia il Borgomagno, mentre famiglie e pensionati raggiungevano le loro case per la cena».

Lo dichiara Massimo Bitonci, segretario della sezione cittadina della Lega Nord e presidente dei senatori del Carroccio. «Invito il sindaco Ivo Rossi a recarsi a qualsiasi ora del giorno o della notte in vicolo Tiziano Aspetti con la sua auto. Scoprirà che quello che riportano residenti e militanti della Lega Nord è tragicamente vero: ogni volta che una macchina imbocca il vicolo, due o tre nigeriani le corrono incontro, la bloccano e offrono droga al conducente, mentre i loro colleghi sorvegliano la piazza di spaccio, bivaccando e producendo deiezioni, incuranti del transito dei residenti. Mercoledì l’assessore Lincetto si è prodotta in un commento su di una triste festa di laurea, terminata fra i fumi dell’alcol nelle piazze del centro. Mi chiedo cosa potrebbe suscitarle una visita poco oltre il cavalcavia Borgomagno». corriere.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -