Aggressioni brutali in città, Tosi: “Quei nomadi saranno espulsi”

tosi18 lug – Linea dura del Comune di Verona per i nomadi sinti ospiti di un’area di sosta in città arrestati nell’ambito dell’inchiesta sulle violenze compiute con modalità quasi da “Arancia meccanica” ai danni di inermi cittadini. Lo annuncia il sindaco Flavio Tosi. “Applicheremo quanto previsto dal regolamento dell’area di sosta attrezzata di Forte Azzano, approvato dal Consiglio comunale nel 2010 e modificato nel marzo di quest’anno – rileva Tosi -, che prevede all’art.8 la revoca dell’autorizzazione alla sosta agli ospiti che abbiano subito un arresto o una condanna per reati contro il patrimonio, le persone o la Pubblica Amministrazione”.

Verona, banda di nomadi pestava brutalmente i passanti: sei arresti

“La modifica dell’art.8 – aggiunge – era stata introdotta a causa di una serie di episodi che avevano coinvolto persone che abitavano nell’area di sosta di Forte Azzano allo scopo di garantire la tranquillità e la sicurezza non solo dei cittadini veronesi, ma anche degli stessi ospiti del campo. I consiglieri dei gruppi Pd, Sel e Movimento 5 Stelle, che avevano avversato il provvedimento ed erano usciti dall’aula al momento del voto, farebbero bene a ricredersi, sia pur tardivamente, su quel loro atteggiamento e capire finalmente che la modifica rispondeva a un’esigenza di sicurezza”.
veronasera.it



   

 

 

5 Commenti per “Aggressioni brutali in città, Tosi: “Quei nomadi saranno espulsi””

  1. Espulsi? E dove diavolo li espelli? Spero non in Friuli eh!!

  2. accompagnateli fuori l’italia e consegnateli alle autorità dei loro paesi di provenienza

  3. Bravo Tosi è il più serio ed il più educato della Lega!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -