Kyenge: non scendo a livello di Calderoli, ma lavorare contro il razzismo

kyenge15 lug. – “Sicuramente non scendo allo stesso livello”, dice il ministro dell’Integrazione, Cecile Kyenge, a margine della giornata della ‘Carovana della libera circolazione’, rispondendo ai giornalisti a proposito delle offese ricevute dal vicepresidente del Senato Roberto Calderoli.
“Non e’ un fatto personale. Per me il caso non si e’ mai aperto perche’ non e’ un caso personale”, ribadisce. Il ministro Kyenge, poi, rispondendo a chi le domandava se avesse intenzione di intraprendere azioni legali, ha detto: “Per conto mio, no”.

Il ministro Kyenge e’ chiaro: “”Le dimissioni non le richiedo. Questo non e’ un punto che mi riguarda. Per me il caso personale non si e’ mai aperto. Io pongo un ‘altra questione, una riflessione sul ruolo di chi riveste una carica pubblica”. E al Corriere della Sera ha spiegato: “Adesso basta, lasci il posto a chi e’ capace. Ogni giorno ricevo minacce. Non raccolgo – spiega – continuo per la mia strada, ognuno risponde delle proprie opinioni”.

E afferma che “quotidianamente, con ogni mezzo” riceve “lettere, e-mail, telefonate. Le piu’ terribili sono online, anche minacce di morte. Non c’e’ ancora una legge e invece servirebbe. L’istigazione al razzismo sta diventando man mano istigazione alla violenza. Vale per tutti, penso agli attacchi che riceve la comunita’ ebraica. Dobbiamo lavorarci”. “Sicuramente – ha aggiunto Kyenge – non scendo allo stesso livello” di Calderoli. “Non e’ un fatto personale. Per me il caso non si e’ mai aperto perche’ non e’ un caso personale”, ribadisce. (AGI) .



   

 

 

2 Commenti per “Kyenge: non scendo a livello di Calderoli, ma lavorare contro il razzismo”

  1. La mia vergogna come italiano e’ grande….e non sono leghista…..chissà cosa ne pensa un leghista????

  2. Fortuna D'Antonio

    E’ stupida o fa la stupida.? E’ lei che istiga al razzismo. Allora noi italiani dovremnmo denunciarla per razzismo contro gli italiani. Non si rende conto che anche se era Bianca e congolese o di qualunque altro paese con quello che dice avremmo reagito allo stesso modo. Lei è antiitaliana.e si fa forte della sua pelle nera per arrivare dove vuole arrivare perché il razzismo è diventato di moda e ci si puö sempre appellare al razzismo quando si è incapaci.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -