Cardinale Sepe: chi inquina fa peccato grave, si confessi

SEPE11 lug – Che sia perpetrato sversando illegalmente rifiuti o bruciandoli in roghi tossici, inquinare e’ un ”peccato grave”. ”I delinquenti che si macchiano di questo genere di crimini attentano alla vita, all’ambiente, a Dio. Sono peccatori e non dovrebbero fare la comunione prima di essersi pentiti ed essersi confessati”.

Non poteva essere piu’ duro il monito del Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, intervenuto oggi alla presentazione del ‘Patto per la Terra dei fuochi’ sottoscritto dal Ministero degli Interni, regione Campania, Anci, le amministrazioni provinciali e i comuni di Napoli e Caserta. Sepe si rivolge poi a chiunque sia a conoscenza di reati contro l’ambiente, chiedendo esplicitamente che ”parli, denunci”, e farlo ”e’ un vero obbligo morale, anche della Chiesa”. Proprio ieri la forestale ha scoperto rifiuti tossici sepolti sotto un campo coltivato nel comune di Caivano, nel napoletano.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -