India: esplosioni al tempio buddista di Bodh Gaya, 2 monaci feriti

india-expl7 lug – La polizia di Patna, capitale statale del sud dell’India, ha rilasciato un’ intervista ai media riguardo le sei esplosioni di debole potenza che si sono verificata questa mattina all’interno del tempio buddista Mahabhodi, situato nella cittadina di Bodh Gaya. L’ufficiale di polizia Ravinder Kumar sostiene che l’esplosivo sarebbe stato posizionato internamente ed esternamente al tempio, ferendo così solo due monaci.

Mahabhodi è il tempio sacro buddista, il luogo dove è custodito da millenni l’albero dove Buddha era solito sedersi. L’albero in questione è una vecchia pianta di fico o pipal, in lingua sanscrita, dove Siddhartha Gautama, verso il 530 a.C., raggiunse l’illuminazione dopo tre giorni e tre notte di meditazione, diventando così il Buddha originale.

Il luogo divenne fonte di pellegrinaggio subito dopo la morte di Siddhartha. Nel mirino delle esplosioni c’era appunto l’albero sacro, infatti uno degli ordigni è stato posizionato vicino la pianta che non è stata assolutamente danneggiata. Un settimo ordigno è stato rinvenuto vicino la monumentale statua di Buddha alta 24 metri.

L’esplosivo, però,  è stato disinnescato dalla polizia  riducendo così il numero dei danni e dei feriti. Per la sua particolare costruzione in mattoni risalente all’epoca Gupta, Il Tempio di Mahabodhi è  un ottimo esempio di architettura indiana e per questo inserito dal 2002 nel patrimonio dell’ UNESCO.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -