“Magistrati”, un sistema affaristico che coinvolge burocrati, banchieri e alti ufficiali

Magistrati

29 giu – Le gravi contraddizioni di un sistema penale oramai irrimediabilmente compromesso. A denunciarle il penalista e docente universitario, Bruno Larosa che per farlo sceglie la formula del romanzo. ‘Magistrati!’, il titolo , quasi un’imprecazione, come l’autore ha avuto modo si spiegare, narra la storia di Guido Castiglione, avvocato penalista in carriera, convinto, dall’esperienza nei Tribunali e nelle Procure, che non ci siano piu’ luoghi di giustizia

La difesa di Ignazio Cirillo, ex PM assegnato all’ufficio ispettivo del Ministero della Giustizia, arrestato dai suoi colleghi lo stesso giorno del suo insediamento, e’ l’occasione per svelare i torbidi retroscena di un sistema politico-affaristico che coinvolge magistrati, uomini d’affari, giornalisti, banchieri, alti uifficiali delle forze dell’ordine, burocrati di Stato.

”Si discute quotidianamente e spesso in maniera impropria di corruzione, custodia cautelare,carcere, della magistratura e del suo rapporto con la politica o con l’azione politica”, scrive Larosa nella prefazione, ”avevo voglia di intervenire nel dibattito, facendolo pero’ fuori dalle aule di giustizia o dai sacri luoghi dove di questo si dibatte solo da iniziati”. ‘Magistrati!’ di Bruno Larosa, 174 pagine, edizioni CentoAutori, 15 euro.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -