Brasile: bimbo piange durante la rapina, ucciso con un colpo alla testa

spara29 giu – SAN PAOLO – Un rapinatore ha sparato in testa ad un bambino boliviano di cinque anni di nome Brian uccidendolo, durante un assalto in un appartamento di San Paolo del Brasile. L’episodio ha sollevato un’ondata di sdegno e commozione in tutto il Paese, dove ormai la criminalità è fuori controllo. Il malvivente ha sparato a bruciapelo al bambino perché non smetteva di piangere, rivela la stampa brasiliana.

Secondo la polizia, i banditi hanno fatto irruzione nella casa degli immigrati boliviani nel quartiere periferico di San Matheus, nella zona orientale della metropoli paulista. I boliviani hanno consegnato tutto i loro risparmi, circa duemila euro, ma uno dei banditi ha minacciato di decapitare il bambino che, terrorizzato, non smetteva di piangere.

Poi ha avvicinato la pistola alla testa di Brian e ha sparato. Dopo la rapina, i genitori sono corsi all’ospedale più vicino ma il piccolo Brian era già morto. ilmattino.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -