L’Italia costruirà istituzioni che funzionino e creerà occupazione IN LIBIA

letta

23 giu . L’Italia, ha annunciato  il primo ministro Letta, svolgera’ un ruolo attivo in Libia con azioni concrete volte a sostenere la transizione democratica e lo sviluppo della economia, e ad incoraggiare i libici nel perseguire in maniera pacifica ed inclusiva il processo di riconciliazione e riforma costituzionale.

L’Italia garantirà, ha assicurato Letta, una strategia concreta basata su tre punti: la formazione delle strutture militari, in parte fuori dalla Libia in parte all’interno. Poi l’aiuto a costruire istituzioni che funzionino in modo efficace, fra cui la guardia costiera. Infine la raccolta delle armi, ancora troppo diffuse nel Paese.

Dopo la fase dell’emergenza umanitaria, ha ricordato nei giorni scorsi l’ambasciatore italiano all’Onu Cesare Maria Ragaglini, l‘impegno italiano in Libia e’ centrato sulla sicurezza e il controllo delle frontiere, cui sono associati interventi mirati a creare opportunita’ occupazionali e a sviluppare la societa’ civile, con oltre 56 milioni di euro in progetti ad ampio spettro che vanno dal rafforzamento della governance alla tutela del patrimonio culturale. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -