Siria, capo dei ribelli: le armi ricevute cambieranno i rapporti di forza

salim22 giu – L’Esercito siriano libero (Esl) ha ricevuto armi che possono “cambiare i rapporti di forza” sul campo di battaglia in Siria. Lo ha dichiarato il capo di Stato Maggiore del comando unificato dei ribelli, Salim Idriss, in un’intervista ad ‘al-Arabiya’.

In un precedente colloquio con la tv satellitare, Idriss aveva auspicato maggiore aiuto dai Paesi stranieri per combattere le truppe governative siriane. ”Se riceveremo anche solo un po’ di sostegno con armi, continueremo a combattere ancora a lungo – aveva dichiarato – Ma se avremo abbastanza armi e addestramento, saremo ben organizzati e penso che avremo bisogno di sei mesi per rovesciare il regime” di Damasco.

La scorsa settimana gli Stati Uniti, dopo aver verificato che il regime di Bashar al-Assad ha fatto uso di armi chimiche, hanno annunciato che forniranno armi ai ribelli. Secondo il ‘Washington Post’, la Cia si prepara a consegnare le armi attraverso basi segrete in Turchia e Giordania.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -