Uccise un uomo a coltellate, rumeno patteggia pena di tre anni

giust19 giu – Tre anni di reclusione: questa la pena patteggiata da Mihai Florian Iurascu, 24 enne di nazionalità rumena, per l’omicidio del camionista ucraino Oleg Lyusak avvenuto nell’agosto del 2009 in largo Cairoli. L’udienza si è svolta davanti al gup Pierluigi Panariello. Il presunto complice di Iurascu, Valentin Hogea, 30 enne anche lui rumeno, ha invece patteggiato la pena a 1 anno e quattro mesi per lesioni e rissa.

La tragica lite, culminata con l’omicidio, era scoppiata, secondo la ricostruzione degli inquirenti, per futili motivi di parcheggio. Hogea, difeso in aula dall’avvocato Daniela Paccoi, era stato arrestato nell’immediatezza del fatto, mentre il connazionale, assistito dall’avvocato Francesco Mattiangeli, si era costituito alla polizia cinque giorni dopo. Entrambi hanno già scontato circa un anno di reclusione.

Altra rissa Nel corso della stessa udienza davanti al gup Pierluigi Panariello, sono stati rinviati a giudizio due uomini di nazionalità ucraina, amici della vittima, accusati anche loro di rissa. In aula era presente l’avvocato Mara Provantini, legale dei familiari di Lyusak che aveva lasciato in Ucraina una moglie e una figlia adolescente. www.umbria24.it/



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -