Insulta la Kyenge su internet: rintracciato e denunciato

kyengeTREVISO . 18 giu – La ministra all’Integrazione Cecilie Kyenge finisce nuovamente nel mirino di attacchi razzisti via internet ma la polizia ha già individuato l’autore. Tutto accade nel trevigiano, dove Kyenge domenica prossima è attesa alla 18/a edizione del Festiva dei popoli di Giavera del Montello.

In vista dell’appuntamento una persona – indicata dalla polizia come uno «sprovveduto» – ha usato una finestra di dialogo di un sito internet locale per scagliarsi contro la ministra. Immediato l’intervento della polizia che, dopo un paio di giorni di ricerche informatiche, è risalita all’autore delle frasi che insultano Kyenge. Per l’autore scatterà una denuncia alla Procura di Treviso con l’ipotesi di reato di istigazione all’odio razziale. Per la presenza della ministro scatteranno misure di sicurezza supplementari per l’appuntamento di domenica. Tra queste anche un monitoraggio sulle frange dell’estrema destra del luogo che potrebbero proporre una contromanifestazioni. Per la Questura, comunque, segnalano che «è tutto sotto controllo».



   

 

 

18 Commenti per “Insulta la Kyenge su internet: rintracciato e denunciato”

  1. e degli italiani che questa pseuda ministra chiama “meticci” , non pensa che possano offendersi ??? Stia calma e tranquilla, che appena si cambia governo, tutti diranno che è stata la peggior ministra dell’Integrazione. I milanesi stanno ancora aspettando di sapere quali provvedimenti abbiano preso nei confronti della scorta, che stava portando la ministra a una riunione neanche tanto importante :4 (quattro) macchine di scorta a velocità elevata CONTROMANO in via Terruggia..e Lei…io non sapevo.! …per forza, non è Italiana !!

    • Gli insulti sono indice di inciviltà, quindi da condannare. Nel nostro Paese non si sentiva proprio la necessità di avere una ministressa africana che non conosce niente, ma proprio niente dell’Italia. L’errore madornale deve essere attribuito solo al presidente LETTA che si rivela uno “sprovveduto”, MA SI SA CHE, DIETRO LE SPALLE DELLA MINISTRESSA CI SONO E SPINGONO VECCHIE CONOSCENZE DI SINISTRA, MAGARI TROMBATE DI BRUTTO, CHE DA SEMPRE HANNO REMATO CONTRO LA NAZIONE E, SEGNATAMENTE, CONTRO I PROPRI CONNAZIONALI.

    • “io non sapevo”…La legge non ammette l’ignoranza, diceva il mio vecchio prof di diritto.
      Peccato che non tutti sono uguali davanti alla legge.

  2. Da che è al Governo ha solo avuto buone parole per gli immigrati, e gli Italiani che pagano e non arrivano a fine mese?
    Dei tre Italiani uccisi a Milano da un irregolare..non ha proferito parola..
    ma allora di chi è ministro?

  3. Noi (NOl!) saremmo quelli che istigano all’odio… e la ministra che si fa forte della sua carica istituzionale per INSULTARE gli italiani con l’arroganza delle sue pretese legislative (tra abolizione del reato di clandestinità e ius soli) COSA FA?
    Che SPUDORATEZZA!!!

  4. Bravo Pietro. condivido

  5. speriamo che cada presto questo governo con questa gentaglia dentro… lei e la b@@@@ni

  6. ne bianchi, negri, ne marron, ne gialli, ne di nessun altro colore vogliamo ministri italiani …. W IL VENETO LIBERO E INDIPENDENTE ….

  7. Tutti bravi a criticare e lamentarsi ma al momento di votare ridate la fiducia sempre a chi preferisce lo straniero all’italiano.

  8. iL NOSTRO è UNO STRANO PAESE ! MOLTO PARTICOLARE DIREI INQUIETANTE , ESISTE UNA COSTITUZIONE CE QUALCUNO DEFINISCE LA PIU’ BELLA AL MONDO , E CI DICONO CHE VA’ RISPETTATA ; MA COME MAI QUESTI MINISTRI DEL NULLA CONTINUANO A VIOLARLA QUESTA COSTITUZIONE, LO STATO DOVREBBE PROTEGGERE IL PROPRIO CITTADINO , ED INVECE NOI ABBIAMO DIE PRIME DONNE PER PROTAGONISMO CREATE AD ARTE DA CHI SA CHI, CHE AVENDO OTTENUTO IL MINIMO DEI VOTI STANNO CREANDO DISORDINI NEL PAESE CHE NON POTRANNO PIU’ ESSERE CAMBIATI IN FUTURO INSOMMA IL RAZZISMO LO STANNO FOMENTANDO LORO STESSE ; NOI DI LEGGI NE ABBIAMO ABBASTANZA RIFERITO ALLE LEGGI SULLA CITTADINANZA E SUI DIRITTI DEGLI EXTRA COMUNITARI CERTAMENTE REGOLARI PERO’ E NON INREGOLARI COME IL MINISTRO CECILIA CONTINUA A DIRE CON LE SUE AFFERMAZIONI ANCHE DI DISOBBEDIRE ALLE LEGGI ITALIANE PERCHE’ QUANDO NON SI SA CHI AI IN CASA COME FAI A PROTEGGERLO, E COME PROTEGGIAMO NOI LA STESSA COSA VALE PER LA BOLDRINI ANCHE LEI STA SOFFIANDO SUL FUOCO DELLE DISPARITA’ IN QUESTO CASO NON PER I NUOVI ARRIVATI MA SU CHI OGNI GIORNO LE PAGA LA SUA PAGNOTTELLA TUTTO CIO’ CREA RANCORE E FA DIVENTARE REAZIONARIE ANCHE LE PERSONE PIU’ CALME PERCHE QUELLO CHE PROPONGONO QUESTI MINISTRI E’ LESIVO DEI DIRITTIDEI CITTADINI AUTOCTONI ED ANCHE DI QUEGLI IMMIGRATI VENUTI QUI’ REGOLARMENTE a QUANDO UNA DENUNCIA PER ATTENTATO ALLA TRANQUILLITA SOCIALE PER CERTE AFFERMAZIONI SPESSO IRRESPONSABILI. TUTTO QUELLO CHE HO SCRITTO ORA SONO IL FRUTTO DI CIO’ CHE LE DUE AUTORITA’ POLITICHE HANNO DETTO SINO AD ORA ED IL MIO SCRITTO E’ UNA REAZIONE A QUANTO LORO HANNO DICHIARATO NEL MIO SCRITTO NON VI E’ ‘INTENZIONE DI DENIGRARE QUESTE DUE PERSONE MA DI DENUNCIARE CHE CIO’ CHE DICONO VA A LEDERE ANCHE I NOSTRI DIRITTI CHE DOVREBBERO ESSERE GARANTITI COSTITUZIONALMENTE. P.S BUONA GIORNATA A TUTTI!

  9. Dire TUTTO.

    MAI offendere.

    • Fortuna D'Antonio

      io mi offendo se il popolo italiano viene definito meticcio. E non ho nulla contro i meticci.

      • METICCIO significa figlio di due razze diverse. I figli della Kyenge sono meticci in quanto avuti con un italiano di razza bianca. Gli Italiani pur provenendo da popoli diversi NON sono meticci in quanto questi erano di di razza bianca CAUCASICA . Forse qualche leggero meticciato è avvenuto nelle regioni occupate dagli Arabi in tempi remoti

  10. quattro auto per la kyenge contromano a tutta velocità in Milano: questo è un reato che grida vendetta perchè la legge deve essere uguale per tutti. In Francia, Inghilterra o Germania sarebbe inconcepibile! chiedo che venga perseguita la ministra perché NON puo’ dire: io non sapevo! si dimetta!

  11. E’ davvero bizzaro andando sull’assurdo…gli immigrati possono chiamarci in mille modi ma attenzione a chiamarli razzisti nei nostri confronti…arrivano in Italia PRETENDENDO, sputando nel piatto dove mangiano (perchè loro il piatto lo hanno e noi poveri disgraziati che perdiamo il lavoro ci suicidiamo perchè non possiamo mangiare, vivere, avere una dignità che LORO CI HANNO TOLTO) insultano la nostra religione (e pensare che se noi facessimo una cosa simile potremmo essere decapitati), ma in tutto questo avete mai visto un extracomunitario che si suicida? Io no!!!
    Ministra Kyenge, con tutto rispetto parlando gli italiano tengono a precisare che :
    1) NON SIAMO UN POPOLO METICCIO
    2) GLI ITALIANI NON L’HANNO VOTATA.

    Potremmo anche noi offenderci quando lor Signori nei vostri estremi fumi di follia dite: NEL NOME DEL POPOLO ITALIANO…NO, NON NEL NOME NOSTRO, PERCHE’ SE FOSSE PER NOI A QUEST’ORA STARESTE TUTTI A CASA A FARE LA LANA..ANZI SORRY A MORIRE DI FAME!!!!

  12. secondo me il discorso è molto semplice e lineare:cosa vogliamo fare dell’Italia? una nazione colta,altruista quanto basta,che deve superare una crisi con un Governo di larghe intese con scopi precisi e fefiniti oppure una nazione sbracata senza piu’ regole,tradizioni,idealità,storia aperta a chiunque e per il piacere di tutti i disfattisti? Sceglete e poi comportatevi di conseguenza,mandate a casa pseudo ministri ed organizzate i flussi migratori oppure aprite le porte a qualunque costo ed affrontatene poi le conseguenze con le vostre famiglie ed i vostri figli…non dimenticate pero’ che siamo in democrazia e tutti abbiamo diritti e doveri….dico tutti

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -