Parma: studentessa picchiata e rapinata, arrestato nigeriano

botte15 giu – Erano circa le 12,15 di ieri quando in piazzale Dalla Chiesa, all’altezza della fermata dell’autobus, una studentessa modenese stava prendendo dal proprio portamonete il biglietto quando è stata rapinata da un giovane extracomunitario che, dopo averle strappato dalle mani il portamonete, l’ha colpita violentemente allo sterno. Lei ha gridato chiedendo aiuto, attirando l’attenzione di due giovani, che l’hanno aiutata a cercare il malvivente nella temporary station. L’uomo si trovava all’ingresso. Non è fuggito ma ha rincorso i due giovani che stavano aiutando la studentessa, cercando di colpirli con una grossa catena, di quelle che si usano per la sicurezza di bici e scooter.

Lo straniero, in preda a un evidente stato delirante, si è anche avventato su un’auto di servizio della polizia ferroviaria, rompendo il parabrezza con la catena.
Nel frattempo le urla della giovane avevano attirato anche l’attenzione degli agenti della Polfer, che con fatica sono riusciti a isolare l’energumeno vicino all’ingresso posteriore dell’ufficio di polizia.  Una volta circondato, approfittando di una sua momentanea distrazione, gli agenti lo hanno preso per le spalle, disarmato e ammanettato. E’ stato allertato anche il 118: in un primo momento sembrava necessario sedare l’uomo per via farmacologica, anche se poi non è stato necessario.

Il portamonete è stato restituito alla ragazza, che nel primo pomeriggio doveva sostenere un esame. Era molto scossa ma ha rifiutato il trasporto al pronto soccorso e, rassicurata dal docente riguardo all’esame, ha fatto denuncia ed è andata in pronto soccorso. Il medico di guardia le ha diagnosticato lesioni allo sterno giudicate guaribili in cinque giorni.
Nonostante la disavventura, la ragazza è andata comunque a fare l’esame, superato brillantemente.
Il rapinatore, un trentenne nigeriano con foglio di soggiorno per motivi umanitari scaduto, residente a Padova, domiciliato nel Casertano ma apparentemente senza fissa dimora, è stato arrestato per rapina, lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato quindi, associato alla casa circondariale di via Burla.

gazzettadiparma.it



   

 

 

5 Commenti per “Parma: studentessa picchiata e rapinata, arrestato nigeriano”

  1. Fortuna D'Antonio

    e poi???

  2. Perchè lo hanno arrestato????…la nostra amatissima ministra Kashetu Kyenge(per gli amici intimi Cecile) si arrabbierà perchè questo elemento sopraindicato, Kunta ..è stato attratto dal portamonete che la ragazza italiana(allora razzista), lo ha messo ben in vista nella speranza che Kunta glielo prendesse di forza. Forza agenti dell’ordine(anche loro razzisti) devono liberarlo subito e chiedergli scusa…e ridategli pure la catena cosi, Kunta non avendo lo IUS SOLI, potrebbe sentirsi solo, e per essere al centro dell’attenzione , magari far male o ammazzare qualcuno(anche loro razzisti)….
    Poi, voi giornalisti (anche voi razzisti) come vi permettete di pubblicare queste notizie che leggendoli… danno fastidio alla ns. Compagna Nicole Vendola(che solo a leggere le loro azioni virili sbrodola tutta)…sapete che state incorrendo a delle violazioni sulle leggi razziali…e nello stesso momento sarete bollati come camerati di Benito Mussolini e dei famigerati Savoia….. Meditate prima di ricaderci un’altra volta…..

  3. laura procopio

    il grosso problema è che essendo le carceri stracolme lo rimetteranno subito in libertà, pronto a fare altri danni.

    • NON LO TRATTERRANNO NEPPURE….

    • Il problema della carceri si puo risolvere in un modo semplicissimo: il 30 percento sono stranieri, basta rimandarli tutti indietro (o poi passiamo per razzisti??)

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -