Scandalo rifiuti Campania: pm chiede l’archiviazione per Bassolino

monnezza

11 giu – La Procura di Napoli chiede il proscioglimento di Antonio Bassolino per avvenuta prescrizione. Stessa richiesta per gli altri esponenti del commissariato per l’emergenza rifiuti, vale a dire Vanoli, Facchi, Acampora, al termine della requisitoria tenuta dal pm Paolo Sirleo.

Quattro anni dopo l’apertura del processo chiamato “ecoballe”, la Procura non può fare altro che affidarsi alla matematica: sono trascorsi più di nove anni rispetto alle dimissioni di Bassolino dal commissariato antirifiuti, quanto basta a chiedere il proscioglimento per le accuse di truffa, abuso d’ufficio e falso. Non sono mancate critiche da parte del pm nei confronti dell’operato dell’ex commissariato da parte del pm, che ha ricordato la differenza di gestione rispetto all’avvento di Catenacci.



   

 

 

1 Commento per “Scandalo rifiuti Campania: pm chiede l’archiviazione per Bassolino”

  1. Troppo comodo e facile, cara Procura di Napoli, prosciogliere per precrizione, l’operato di quel pagliaccio di Bassolino, reo di non aver fatto MENO DI NIENTE per la pulizia della città, avvenuta grazie a quel pirlotto di Berlusconi (per fortuna che c’era lui), che se non avesse inviato per ben DUE volte l’esercito con uomini e mezzi, a quest’ora la “monnezza” superava il Vesuvio, e, forse, sarebbe stato un bene, così almeno l’ UE ci avrebbe sanzionato ulteriormente per rischio epidemia, tanto a pagare tutto questo sono sempre, sempre, sempre i soliti, e cioè IL NORD . Mi auguro che qualche ghanese, incontrando per puro caso quel buffone, ladro e truffatore di Bassolino, non gli refili una “mano di bianco” !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -