Usa: scandalo cittadini spiati. Obama: “il Congresso sapeva”

Barack Obama

7 giu. – Barack Obama, messo in croce anche dal New York Times (“ha perso ogni credibilita’”) per lo scandalo del sistema pervasivo di intercettazioni negli Usa, si e’ difeso, sostenendo che il Congresso era a conoscenza del programma di ascolto e assicurando che le chiamate dei cittadini americani non vengono ascoltate.

“Nessuno sta ascoltando le vostre telefonate”, ha dichiarato l’inquilino della Casa Bianca, garantendo che i dati sono conservati al sicuro da ogni intrusione esterna. Il presidente ha precisato che le Camere sono state costantemente informate e che il sistema di tracciamento delle email e dell’attivita’ sul web non si applica ai cittadini statunitensi o alle persone che vivono negli Usa.

Obama ha quindi ribadito il concetto anticipato ieri dalla Casa Bianca; e cioe’ che va stabilito, anche in un pubblico dibattito, un bilanciamento tra la necessita’ di garantire la sicurezza dei cittadini e la loro privacy. L’intelligence “controlla i numeri di telefono e la durata delle chiamate. Non cercano i nomi delle persone e neanche il contenuto”, ha spiegato il presidente.

Quindi ha ripetuto che attraverso la raccolta di questi che “metadata” (dati ‘esterni’ sulle comunicazioni e non sul loro contenuto) si possono scongiurare attentati terroristici. “Non potete avere il 100% di sicurezza e quindi il 100% di privacy e nessun problema”, ha proseguito, rassicurando di nuovo gli americani sul fatto che, “nessuno sta ascoltando le vostre telefonate. Questo non e’ l’obiettivo di questo programma”.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -