Santa Sede: basta alla cultura del sospetto sui rifugiati

vaticano 6 giu. – Le polemiche su accoglienza e respingimenti vengono strumentalizzate a fini politici. Lo denuncia la Santa Sede in un documento, il primo dell’era di Papa Francesco, pubblicato oggi sul tema dei rifugiati.
“Purtroppo – afferma il testo – anche il dibattito circa i richiedenti asilo e’ divenuto un forum in vista di elezioni politiche e amministrative, che ha alimentato tra l’elettorato attitudini ostili e aggressive nei loro confronti“. “Questo atteggiamento – secondo il Vaticano – ha avuto effetti negativi”. “La negativa connotazione data ai richiedenti asilo e ai rifugiati stessi ha accresciuto – infatti – xenofobia, a volte razzismo, paura e intolleranza nei loro confronti.
Inoltre si e’ andata sviluppando una cultura di sospetto generata da un generale presupposto di una possibile correlazione tra asilo e terrorismo. Questo continua ad avere ripercussioni sulla situazione dei rifugiati e delle altre persone forzatamente sradicate in tutto il mondo”. “A tale riguardo i mezzi d’informazione – spiega il documento – hanno un ruolo importante nella formazione dell’opinione pubblica e una responsabilita’ nell’uso di una corretta terminologia per cio’ che concerne rifugiati, richiedenti asilo e altre forme di migrazione, in considerazione dell’esistenza di flussi ‘misti’ di migrazione”.(AGI) .

Papa: per il Vangelo il politicamente corretto e’ ipocrita



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -