Europa nella ‘morsa’ delle piogge, morti e migliaia di evacuati

3 giu. – Le piogge torrenziali che si stanno riversando da giorni sulla Germania stanno provocando danni maggiori di quelli delle piene del 2002, mentre nella citta’ bavarese di Passau il livello dei fiumi Inn e Danubio si sta avvicinando alle altezze record del 1954. Drammatica e’ nel frattempo la situazione a Passau, dove l’Inn confluisce nel Danubio: il centro storico e’ completamente allagato, costringendo le forze di soccorso a circolare solo con i gommoni.

Questa mattina l’Inn ha raggiunto i 9,50 metri di altezza, mentre il Danubio ha toccato i 12 metri. “Per il Danubio ci aspettiamo che a mezzogiorno il livello salga a 12,55 metri”, ha comunicato il portavoce della Protezione civile cittadina, aggiungendo che entrambi i corsi d’acqua “in giornata raggiungeranno i livelli storici toccati nel 1954”. Nel frattempo in citta’ la fornitura di energia elettrica e’ stata sospesa per motivi di sicurezza, mentre un portavoce della Deutsche Bahn ha comunicato che alcune linee ferroviarie in Alta e Bassa Baviera risultano interrotte, come pure la linea che collega Monaco di Baviera a Salisburgo. Normale e’ invece la situazione negli aeroporti della capitale bavarese, di Norimberga e di Augsburg.

In Repubblica Ceca sono almeno 5 i morti causati dalle inondazioni, le peggiori degli ultimi dieci anni. Le persone evacuate sono circa 2.700 e nelle ultime ore anche il centro di Praga e’ minacciato dalle dalla piena della Moldava. Nella capitale la metropolitana e’ ferma ed e’ la prima volta che accade dalle inondazioni del 2002. Parte dello zoo cittadino e’ stato evacuato. Il premier Petr Necas ha dichiarato lo stato d’emergenza in quasi tutto il Paese.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -