Maltempo: un morto in Austria, “stato d’emergenza” in Germania e a Praga


alluvione2 giu. – Il maltempo si abbatte sull’Europa centrale. E’ di un morto e almeno quattro dispersi il bilancio delle alluvioni e inondazioni in Germania e Austria. Le piogge torrenziali che stanno interessando il nord Europa hanno fatto almeno un morto e due dispersi in Austria. La vittima accertata e’ uno spazzino travolto da una frana vicino a Salisburgo, dove sono stati registrati anche due dispersi.

In Austria le piogge hanno costretto almeno 200 persone a lasciare le proprie abitazioni. Sono stati mobilitati i vigili del fuoco e anche l’esercito per ripulire le strade, molte delle quali sono chiuse, in particolare nel nord e nell’ovest. Diversi appuntamenti tradizionali di primavera. Come i concerti all’aperto, sono stati rinviati mentre si cercano due persone, un contadino che era a bordo di un trattore e una donna che guidava un’auto, travolte dalle frane a Taxenbach, vicino a Salisburgo, dove sono stati evacuati 120 residenti. Altri 80, minacciati dal livello dell’acqua dei fiumi, ha dovuto abbandonare la propria casa nel Tirolo. Il Danubio sta per tracimare nell’area di Linz mentre si registrano difficolta’ nella circolazione dei treno.

In Germania i tre Stati federali tedeschi piu’ colpiti sono Baviera, Baden-Wuerttemberg e Sassonia. A Passau, in Baviera, la crescita del livello dell’acqua ha oltrepassato il massimo storico di 10,81 metri, e si e’ gia’ alla soglia per la dichiarazione dello stato di calamita’. Situazione preoccupante anche nelle sassoni Zwickau e Chemnitz, dove sono state evacuate alcune aree. A Reutlingen, nel Baden-Wuerttemberg non si ha piu’ notizia di due persone, forse cadute nel fiume Echaz. La Cancelliera, Angela Merkel, ha promesso “l’impegno totale” del governo e, se necessario, la mobilitazione dell’esercito.

Intanto e’ stato dichiarato lo stato di emergenza a Praga, travolta dalle alluvioni. La decisione del sindaco della citta’, Tomas Hudecek, dopo che in tutto il territorio della Repubblica ceca sono state registrate frane e inondazioni che hanno fatto un morto e diversi dispersi. Nella capitale im militari erigono barriere con sacchetti di sabbia per proteggere il centro storico, patrimonio dell’umanita’, da una eventuale tracimazione del fiume Moldava. Le aree vicino alla riva sono state evacuate e sospese diverse corse della metropolitana. Nel 2002 le alluvioni fecero 17 morti e migliaia furono i senzatetto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -