Delirio in Francia: cambiare l’inno nazionale perché è razzista

risorgimento

2 giu – La Marsigliese contiene messaggi xenofobi e incita alla violenza sanguinaria. A lanciare l’accusa è la presidente della commissione cultura ed educazione del Senato, la verde Marie Christine Blandin che chiede la modifica del testo dell’inno nazionale.

Nella “nuova Francia” dunque persino i rivoluzionari che presero la Bastiglia, uccisero il re e instaurarono la repubblica sono tacciati di veicolare idee razziste. Sì perché la Marsigliese altro non è che una canzone antimonarchica e repubblicana e anche se ormai è patrimonio comune, certamente è più spostata a sinistra che a destra.

Però nel testo si denunciano anche “gli stranieri che comandano a casa nostra”, e la Blandin si dice scandalizzata dal passaggio dove si parla di “sangue impuro”.

“Un appello alla xenofobia e alla violenza sanguinaria” afferma, e poi chiede di trovare delle alternative. Un bel pezzo peace and love tipo Bob Marley? mattinonline.ch



   

 

 

2 Commenti per “Delirio in Francia: cambiare l’inno nazionale perché è razzista”

  1. crisi economica

    mi piace, moltissimo, l’inno nazionale francese, ovviamente, nno ci sento nessun razzismo nè tantomeno nessun incitamento alla violenza, ma solo un appello al patriottismo………. parola esecrata da tutte le sinistre del mondo. Beh vorrei un momento fare ua riflessione sul nostro di inno, forse è razzista anche quello……. ma perchè il piave e tutti i fiumi d’italia non si gonfiano più contro gli invasori ? forse anche loro sono diventati di sinistra, fortuna che ci pensano i fiumi tedeschi, bontà loro……..

  2. Ahahahahahah fantastica ahahaha sto ridendo come una matta.. e pensare che i politici bizzarri per fortuna non li abbiamo solo noi italiani aahahahhahha

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -