2 Giugno: da oggi 3 senegalesi diventano italiani

foto  ANSA/MAURIZIO DEGL' INNOCENTI

foto ANSA/MAURIZIO DEGL’ INNOCENTI

FIRENZE, 2 GIU – Moustapha Dieng, Cheiqh Mbengue e Mor Sougou, i tre senegalesi rimasti feriti negli agguati a sfondo razzista a Firenze del 13 dicembre 2011, per mano del killer Gianluca Casseri, 50 anni, poi suicidatosi, da oggi sono cittadini italiani.

La cittadinanza, concessa dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e’ stata consegnata loro nel corso della celebrazione della festa del 2 giugno a Firenze.
“A nome della citta’ di Firenze chiediamo al Parlamento e alle autorita’ centrali, con rispetto, che sia approvata una nuova legge sulla cittadinanza basata sullo ius soli, in base al principio che chi nasce in Italia e’ italiano”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, nel corso del suo intervento alle celebrazioni per il 2 Giugno.

ROSSI: SE RICONOSCIAMO CITTADINANZA ITALIA PIU’ FORTE

“Mi piace pensare che queste pietre antiche un giorno potranno raccontare che oggi abbiamo dato un contributo importante al consolidamento democratico della Repubblica. Abbiamo lanciato un messaggio forte, possiamo esserne fieri” ha aggiunto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi nel corso della celebrazione durante la quale sono diventati cittadini italiani i tre senegalesi feriti un anno e mezzo fa nella sparatoria di piazza Dalmazia: Mustapha Dieng, Mor Sogou e Cheik Mbenghe.
Quando sara’ riconosciuta la cittadinanza italiana ai bambini nati nel nostro paese da genitori stranieri, ha aggiunto Rossi, l’Italia sara’ piu’ forte.



   

 

 

1 Commento per “2 Giugno: da oggi 3 senegalesi diventano italiani”

  1. e alle vittime del picconatore ghanese Kabobo daranno la cittadinanza onoraria post mortem del Ghana?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -