Immigrati, Boldrini: In Italia si è cavalcata la paura per tornaconto elettorale

Boldrini

31 magg . La legislazione sull’immigrazione e sul diritto all’asilo in Italia è stata criticata “da più parti come irrazionale e poco lungimirante” perché “da quando si è visto che cavalcare la paura poteva avere una resa elettorale facile e più immediata, fenomeni sociali complessi come quello delle migrazioni forzate sono stati usati in maniera strumentale e piegati a semplificazioni propagandistiche”. Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini, intervenuta stasera al Festival dell’Economia a Trento, che ha condannato la politica dei “respingimenti” del governo Berlusconi, sostenuta a suo tempo in particolare dall’ex ministro dell’Interno, il leghista Roberto Maroni.

“Questa impostazione ha portato l’Italia, sul finire dello scorso decennio – ha detto Boldrini senza citare né Maroni né la Lega – a compiere respingimenti in alto mare di centinaia di rifugiati e migranti. Sono stati rimandati dove rischiavano di subire torture o trattamenti inumani, o dove potevano essere rinviati nei Paesi d’origine, dai quali erano fuggiti a causa di persecuzioni”. Una prassi, ha ricordato Boldrini, che ha portato la Corte europea per i Diritti dell’Uomo a condannare l’Italia per non aver rispettato il principio del non-respingimento, contenuto nella Convenzione di Ginevra del 1951 e in vari trattati da noi sottoscritti. La Corte – ha aggiunto Boldrini – ci ha quindi ricordato che la sovranità degli Stati può essere messa in discussione per tutelare la dignità e i diritti della persona”.



   

 

 

3 Commenti per “Immigrati, Boldrini: In Italia si è cavalcata la paura per tornaconto elettorale”

  1. Certo venendo dal suo pulpito simili affermazioni fanno solo che ridere…….. ormai è una vita che sfrutta la situazione a suo personale tornaconto . A dire il vero c’è riuscita molto ma molto bene . COMPLIMENTI !!!!!!

  2. Non ho parole la 3° carica dello Stato che mette in discussione la Sovranità dello Stato. Ma allora è vero che questa si è completamente fumata il cervello

  3. Giustamente noi ITALIANI abbiano solo doveri e nessun diritto. Sig.ra boldrini si ricordi che in questo momento non si trova all’ONU ma in ITALIA e deve fare gli interessi dei veri ITALIANI e non quelli degli stranieri.. Se per lei è il contrario fa sempre in tempo a dimettersi perchè la maggior parte degli italiani gliene sarà riconoscente

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -