Padova: picchiata brutalmente e stuprata nel Parco da uno straniero

viol3PADOVA – Bloccata e trascinata lungo il corso dell’idrovia Padova-Venezia, picchiata brutalmente e, sotto la minaccia verbale di morte, costretta a subire lo stupro. Un ennesimo episodio di violenza verso le donne che ha come sfondo il medesimo posto, la zona verde del Parco Sarmazza di Vigonovo, un luogo compreso tra l’argine destro del fiume Brenta-Cunetta e la confluenza dell’idrovia Padova-Venezia, dove un fatto analogo era già successo a fine marzo scorso.

Vittima, ancora una volta, una donna di mezza età residente a Vigonovo, che sabato scorso, verso le 17.45, stava facendo jogging lungo i sentieri del Parco. Improvvisamente, da una stradina laterale è sbucato alle sue spalle un uomo che l’ha bloccata afferrandola violentemente per i capelli. La donna si è messa a gridare con quanto fiato aveva in gola, ma nessuno in quel momento ha udito le sue disperate urla di aiuto.

L’uomo, sempre tenendola per i capelli e picchiandola in faccia, le ha fatto percorrere un viottolo fino a raggiungere le rive dell’invaso dell’idrovia Padova-Venezia, dove le ha usato violenza sessuale. L’uomo parlava un italiano stentato, probabilmente di origine albanese e dimostrava di avere circa 30-35 anni. È la stessa vittima a raccontare alcuni momenti della brutale aggressione.

«Mi ha sempre trattenuta a forza per i capelli, nonostante io cercassi di divincolarmi dalla presa con tutte le mie forze e urlando con quanto fiato avevo in gola. Mi era stato insegnato come reagire in casi del genere, ma oramai ero rimasta senza fiato, avevo perso tutte le forze ed ero completamente paralizzata dalla paura. Ho pensato che sarebbe stata la mia fine e che l’uomo mi avrebbe poi gettato nell’acqua del’idrovia per annegarmi. Invece ringrazio Dio di essere ancora viva».

Vista la delicatezza della vicenda e le indagini in corso, le forze dell’ordine mantengono il più stretto riserbo sui particolari della vicenda. La donna ha comunque denunciato l’accaduto alla stazione dei carabinieri di Vigonovo. Nonostante abbia riportato una prognosi di guarigione di cinque giorni, lunedì è andata normalmente al lavoro.  gazzettino



   

 

 

30 Commenti per “Padova: picchiata brutalmente e stuprata nel Parco da uno straniero”

  1. Le italiane sono spesso vestite in maniera indecente, i musulmani vedono questa cosa come una offesa, gli albanesi sono mulmani.

    Adattatevi, non vivete più nella vostra italia dovete potete vestirvi come volevate, ci vuole rispetto per altre culture. Se poi vi lamentate di quello che accade e non vi adeguate non è colpa degli stranieri

    L’islam è molto chiaro, le donne devono coprirsi e come noi rispettiamo vostre chiese voi dovreste rispettare i nostri punti di vista

    • Io sono Italiana e mi vesto come voglio,se nn ti va bene ritorna nel tuo paese da medioevo. Al diavolo I vostri punti di vista

      • Lei fraintende, il punto è semplice, la società è cambiata e le donne tutte, devono prenderne atto. Stessa cosa gli uomini, e infatti noi non veniamo in italia ad imporre certe usanze, ma, allo stesso modo serve rispetto per le culture altrui. Questo non vuol dire che noi obblighiamo, nessuno obbliga nessuno, ma per certi popoli ( albanesi ad esempio) una donna vestita in un certo modo è immorale.

        Trovo il suo commento molto razzista, senza offesa

      • ricordati che siete ospiti… nel nostro paese.. se non vi va bene come siamo QUELLA E’ LA PORTA… per quanto mi riguarda avete già troppo…

    • Rispetto per tutte le culture ma tu sei un maledetto ignorante!!! In Italia non esiste la legge religiosa, la gente va in Chiesa perchè lo desidera, non perchè costretta!!! Non ti sta bene??? Ma vattene nel tuo Paese e sparisci, l’Italia agli Italiani!!!!

    • PORCHETTAALLAH

      Ma stai zitto beduino retrogrado non sei nel tuo paese. qui in italia le donne si possono vestire come gli pare, non come le vostre imbacuccate- quanto rosicate a vedere le nostre belle donne ahahhaha pussa via cammellaro

    • PORCHETTAALLAH

      La pedofilia è un reato in italia quindi gli islamici sarebbero gia un grave reato no una cultura

    • siete e sei OSPITE nel nostro paese e dovete sottostare alle nostre regole e usi e costumi….se per voi e’ un OFFESA vedere una donna vestita in modo per noi normale TORNATEVENE A CASA dato che gia’ mi e ci state offendendo abbastanza con la vostra gretta mentalita’! A CASA!

    • Ma chi cazzo sei per ordinare come si devono vestire le donne italiane ma va fan culo

    • coso ahmed soussi,
      le italiane prima di essere italiane sono donne.
      tu prima di essere un bravo religioso praticante, sei un uomo.
      Dunque prima di scrivere prova a usare quei pochi neuroni che ti sono rimasti sani.
      Prova a pensare se un’altro uomo, quando vede tua madre o tua sorella o tua moglie, pensa di fare un po’ di sesso con lei, anche se non è d’accordo solo perchè va in giro vestita col turbante.

      I tuoi punti di vista, non sono compresi dalla nostra cultura, ma sono tollerati.
      Non sono tollerati i violentatori, ne chi fa del male a bambini o chi dietro la scusa della religione, di qualunque religione si tratti va contro l’essere uomo, verso la bestialità.

      Le nostre donne, ci piacciono cosi’ anche in minigonna senza mutande se vogliono.
      Quello che non ci piace che gente come quel tipo mette le sue sporche manacce su una persona indifesa (gli ha detto cmq culo), nè i tipi come te, che ci piacerebbe tanto incontrare (tutti e due i tipi)

    • Guardi, forse è lei che fraintende.
      Noi avevamo la vostra cultura nel medioevo e abbiamo lottato, non siamo scappati, per secoli per liberarcene. Se ne sente la mancanza può tornare in altri luoghi dove è lecito stuprare le donne, ma dove lei sarebbe uno schiavo nullatenente senza possibilità di far nulla se non pascolare capre o scavare con le mani nelle miniere di fosfati.
      Noi non intendiamo come cultura un ignoranza retrograda che nemmeno il medioevo europeo ha conosciuto e non vogliamo adeguarci a un popolo che stupra le proprie donne perchè non ne riconosce la dignità. Prima di non riconoscere la dignità di un altro essere umano perchè di sesso differente, smetterò di riconoscere la dignità di un altro essere umano perchè ignorante, retrogrado e violento. Questo è lei, quindi questo commento è figlio della cultura che c’è in Italia: che le piaccia o no questa è la nuova Italia, quella che vi state ritaglando con i vostri comportamenti beceri. Ormai l’Italia non è più quella di una volta, disposta ad accettarvi perchè peveri e ignoranti. Adesso sa che siete in grado di adeguarvi e comprendere ma non volete farlo perchè vi fa comodo così. Ma siamo sempre meno disposti ad accettarlo, quindi avete una sola possibilità o fra non molto la situazione, per voi, inizierà a divenire invivibile: crescere. Dovete diventare delle persone civili-

    • anitsirc anitsirc onazneprac

      non e l’islam che non funziona e’ il vostro cervello da gallina che non rispondeeeeeeeeeeeeeeee

    • anitsirc anitsirc onazneprac

      un’altra cosa a prescindere da italiano o straniero voglio dire una cosa tutti gli uomini che reagiscono così e perche’ sono tutti frustrati uomini senza palle

    • questa è la NOSTRA Italia!!!! ci vestiamo come ci pare e piace! se non vi sta bene e/o vi offende prendete i vostri 4 stracci e tornate da dove siete venuti che nessuno vi ha invitati ok? Dell’Islam a noi Italiani e di quello che dice non ce ne importa niente!!!

  2. Si vede questo commento di Ahmed è un Fake, …questo Ahmed non è ne musulmano ne arabo..sarà sicuramente il solito provocatore che cerca di aizzare le anime..

  3. Allora innanzitutto ti trovi in un paese dove non comandate, e non puoi venire qui a dire che le donne si devono adattare a voi….perchè per quanto mi riguarda rom e gente simile ad eccezione di quelli di colore per me valete 0, sia per il vostro comportamento arrogante che per il vostro modo misero di pensare. Se non vi sta bene andate a morì de fame, ma andatevene, vogliamo stare liberi, di problemi già ne abbiamo e non abbiamo bisogno delle vostre seghe mentali riguardo i costumi di una donna.
    Detto questo io le dico che non sono per niente razzista, ma se mi permetti io sono nato in Italia, sono orgoglioso di essere italiano e voglio vivere ai modi e costumi occidentali, come si è sempre fatto…se non vi sta bene, prendere la stessa misera barca con cui siete venuti e viaaa….lì tra di voi state meglio!

    • Lei non ha capito, qui non comanda nessuno ma i tempi sono cambiati in maniera irreversibile se ne faccia una ragione

  4. per ahmed soussi…..non è una grande idea scrivere certe cose su un quotidiano italiano in italia……troppi diritti fanno MALE !!!!
    pensa a rispettare le leggi del nostro paese prima di tirar fuori quelle del tuo….

  5. Concludo perchè i toni in questo articolo non mi piacciono e io sono una persona educata. Secondo me, dovete capire che il paese è cambiato, i modo che magari 40 anni fa andavano bene oggi no. Ma questo non sono i o a dirlo, sono i fatti. La chiesta stessa dice le mie stesse cose.

    Non andate subito sulla difensiva, io ho solo detto come la vedono certi musulmani, quindi per capire certe cose serve anche avere la mente aperta

    Cordialmente vi saluto

    • Anche noi la salutiamo cordialmente. I suoi interventi sono stati molto utili.

    • ammsso che tu non voglia solo perovocare, erpchè le tue affermazioni appaiono veramente un po’ fuori dal modo comune di epnsare, ti scrivo la mia opinione

      Forse sei tu che non hai capito la questione, è vero i tempi sono cambiati, ma per i retrogradi. Molti mussullmani vengono da paesi molto più indietro culturalmente (senza offesa, è un dato di fatto, basta confrontare tecnologia, cultura, società, economia etc di paesi come Pakistan, Egitto o Albania, la Turchia invece è più allineata con l’europa). Non dico che tutti i mussulamni sono così, ma sembrerebbero la maggioranza, ma è una questione di cultura ed educazione scolastica, non di religione.

      Anche in Italia le cose erano ben diverse anni fa, meno emancipazione della donna, etc. un po’ come in molti stati mussulmani adesso. La verità è che i mussulmani retrogradi evolveranno la loro società, non gli italiani la devolveranno.

      L’italia è dei suoi cittadini, la religione non c’entra nulla, cristiani, ebrei, mmussulmani,, atei.. i mussulmani qui sono una netta minoranza, non vedo perchè questo sparuto numero di persone dovrebbe cambiare la società

  6. Ahmed Soussi, ma in quale era vivi? Chi ti ha chiesto di venire in Europa! Chi credi di essere per cercare di imporre le tue troglodite idee in un paese libero, in cui ha sempre regnato civiltà e libertà? Siete antiquati, castrati, arrabbiati e sottomessi dai vostri stessi idoli, imposti dai vostri carnefici. Vi vedo, vi sento, vi seguo! Guardate le donne con lussuria perché non riuscite a controllare i vostri istinti animaleschi e coprite le vostre come osservò regali da scartare e non esseri umani. Credete che le donne siano oggetti di cui abusare. Violentate le vostre donne tra le mura domestiche e credete di poterlo fare con le nostre, i veri razzisti siete voi perché non in grado di accettare culture diverse! Il mondo non è cambiato, siete voi che vorreste farlo tornare indietro al Medioevo!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -