Tunisino pregiudicato rompe naso e mandibola a fidanzata minorenne

picchiare 28 mag. – Folle di gelosia, prende a pugni la fidanzata minorenne fratturandole ossa nasali e mandibola. F.D, tunisino di 21 anni, con vari precedenti di polizia, e’ stato arrestato a Nettuno dagli agenti del Commissariato di Anzio, diretto da Fabrizio Mancini: dovra’ rispondere di lesioni aggravate.

La ragazza, che inizialmente aveva raccontato di essersi fatta male cadendo, non ha voluto presentare denuncia: e’ stato suo padre a farlo. I poliziotti, nel transitare in via Scipione Borghese, hanno visto un gruppo di persone che richiamava la loro attenzione: avvicinatisi, hanno visto una ragazza seduta a terra, con il volto coperto di sangue e un ragazzo che la sorreggeva. “Mi sono fatta male cadendo”, ha spiegato, ma gli agenti, tutt’altro che convinti, hanno iniziato a sentire i testimoni presenti sul posto: poco prima alcuni di loro avevano in effetti visto la ragazza camminare in lacrime e con le mani sul volto sporche di sangue mentre il giovane che era con lei si allontanava prima di tornare sui suoi passi e cercare di abbracciarla, venendo respinto.

F.D., una volta identificato, e’ stato accompagnato in Commissariato dove e’ emerso che gia’ in aprile era stato fermato per rapina e lesioni nei confronti di una anziana donna. Nel frattempo la vittima, ricoverata in ospedale, ha ammesso che le lesioni – giudicate guaribili in 30 giorni – le erano state procurate dal fidanzato che l’aveva colpita con alcuni pugni sul volto al culmine di una accesa discussione per motivi di gelosia. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -