Da giugno la UE potrà imporre modifiche alle leggi finanziarie degli Stati

nazi28 magg – Da giovedi’ entra in vigore nella zona euro il ‘Two pack’, il pacchetto di regole che da’ nuovi poteri alla Commissione Ue tra cui quello di ‘imporre’ modifiche alle leggi finanziarie degli Stati.

Approvato: la UE potrà “imporre” modifiche alle finanziarie degli Stati

Agli Stati verra’ quindi chiesto di dettagliare quali investimenti hanno un potenziale di crescita e occupazione, e ”la riduzione dei loro deficit dovra’ essere applicata in modo piu’ flessibile in circostanze eccezionali o in condizioni di andamento molto negativo dell’economia”.

In base alle nuove norme, gli Stati dovranno presentare le loro finanziarie a Bruxelles entro il 15 ottobre. La Commissione entro il 30 novembre le analizzera’ e dara’ la sua opinione, e se riterra’ che gli Stati non rispettano i vincoli del Patto di stabilita’, facendo spese troppo azzardate, chiedera’ ai governi di modificarle. Ed entro il 31 dicembre gli Stati dovranno adottare le loro leggi finanziarie.

Inoltre, entro il 30 aprile, insieme ai ‘Piani nazionali di riforma’ con i programmi su crescita e occupazione, i Paesi dell’euro dovranno presentare anche quelli di ‘stabilita”, cioe’ come raggiungere gli obiettivi di bilancio che per l’Italia e’ il pareggio strutturale nel 2015.(ANSA).



   

 

 

2 Commenti per “Da giugno la UE potrà imporre modifiche alle leggi finanziarie degli Stati”

  1. faranno l’europa per ricchi signorotti, la gente comune con l’europa ha solo da lavorare e pagare

  2. Recedere dal trattato dell’Unione Europea!!! Ai sensi dell’art. 50 par 1) “Ogni stato membro può decidere, conformemente alle proprie norme costituzionali di recedere dall’Unione.” par. 2) “…. l’accordo è negoziato conformemente all’art 218 par. 3) del TFUE (trattato di funzionamento)…”. pochi sanno di questa opportunità, perchè molti non sanno cos’è il trattato di Lisbona.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -