Lecce: rissa a pugni e bottigliate tra pakistani e afghani

rissasLECCE – 26 magg – La scena che s’è presentata agli occhi di sanitari del 118 e agli agenti  di polizia sembrava tratta da una pellicola ambientata nel Bronx dei rabbiosi anni Settanta, ma era invece via Duca degli Abruzzi, centro di Lecce.. Giovani barcollanti di botte, profondi squarci nella pelle provocati da vetri taglienti, schizzi di sangue ovunque. Quattro i feriti, due afghani e altrettanti pakistani. Uno dei contendenti è stato condotto a suturare una ferita dietro all’orecchio sinistro nel reparto di chirurgia plastica. Troppo profonda perché potesse essere ricucita nel pronto soccorso del “Vito Fazzi”.

Nel quartiere le lamentele dei residenti sono frequenti. Schiamazzi, deiezioni negli angoli al riparo dei vicoli, risse, sono la cronacadel degrado degli ultimi anni. E pensare che la sede della questura è quasi dietro l’angolo, ma neanche questo serve da deterrente.

Ben tre le volanti dirottate sul posto e addirittura quattro le ambulanze. Alcuni, al suono delle prime sirene, probabilmente si sono dileguati. Ed è quindi possibile che la mischia contasse in origine più partecipanti. Di certo, non sono facili le ricostruzioni. I poliziotti, prima di tutto, hanno dovuto soccorrere il giovane che in apparenza ne aveva più necessità. Si tratta di un 20enne originario dell’Afghanistan, che vive da circa un anno nel centro storico. L’ambulanza è partita alla volta dell’ospedale in codice giallo.

E’ possibile che la rissa sia stata alimentata anche dai fumi dell’alcool.
I potenziali testimoni sono diversi, ma saranno soprattutto le telecamere installate nella via e quelle di alcuni condomini che potranno aiutare la polizia a ricostruire meglio l’accaduto.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -