La Palestina snobba Kerry: no concessioni politiche in cambio di benefici economici

Condividi

 

kerry27 magg – La leadership palestinese non ”fara’ concessioni politiche in cambio dei benefici economici” proposti ieri dal Segretario di Stato degli Stati Uniti John Kerry. Lo ha fatto sapere con un comunicato il presidente del Fondo Palestinese per gli Investimenti, Mohammad Mustafa.

Usa, Kerry: 4 mld di dollari per rilanciare l’economia della Palestina

”Noi non accettiamo che l’economia sia l’unica componente principale”, ”vogliamo che sia parte integrante di un quadro politico in grado di garantire la creazione di uno stato palestinese, basato sui confini del 1967 e con Gerusalemme Est capitale” si legge nella nota. ”Le priorita’ sono i diritti per i rifugiati e i riferimenti verso una soluzione politica” ha concluso Mohammad Mustafa.

Ieri Kerry, durante la chiusura del World Economic Forum in corso sulle rive del Mar Morto, in Giordania, ha lanciato il progetto di un piano per rilanciare l’economia palestinese per attirare 4 miliardi di dollari in investimenti privati, con l’obiettivo di far aumentare il Pil della Palestina del 50% in tre anni. (fonte Afp).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -