Svezia, Quarta notte di scontri a Stoccolma, bruciato un ristorante

svezia

23 magg – Quarta notte consecutiva di violenti scontri a Stoccolma, dove un ristorante e almeno 40 auto sono stati dati alle fiamme. Tre agenti di polizia – come riferisce la Bbc – sono rimasti feriti nelle sassaiole dei rivoltosi, che da domenica protestano contro l’uccisione di un uomo da parte della polizia.

I dimostranti hanno utilizzato anche dei laser contro i servizi di emergenza. Gli scontri più pesanti si sono svolti nel sud della capitale svedese, non nei sobborghi nord-occidentali dove è iniziata la protesta 4 giorni fa. Il portavoce della polizia, Kjell Lindgren, ha riferito che i rivoltosi sono un “mix di qualsiasi tipo di gente”, giovanissimi, ma anche trentenni, stranieri, come svedesi, non c’è un gruppo definito.
Le violenze sono cominciate nel sobborgo disagiato, e abitato in prevalenza da immigrati, di Hubsy, giorni dopo che la polizia aveva ucciso un signore anziano, il quale aveva minacciato gli agenti con un machete. Gli attivisti locali hanno accusato la polizia di razzismo. Il primo ministro svedese Fredrik Reinfeldt ha richiamato tutti alle proprie responsabilità, con l’intento di restaurare la calma a Stoccolma: “E’ importante ricordare che bruciare l’auto del vicino non è un esempio di libertà d’opinione, è vandalismo”, ha bacchettato Reinfeldt.


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -