Insulti e ceffoni alla moglie che lo aveva lasciato, preso albanese

Condividi

 

botte22 maggio 2013 – Un operaio albanese (K.M. le sue iniziali) di 55 anni è stato arrestato per stalking dalla polizia di Jesi.

La vittima è sua moglie (di 10 anni più giovane), che ha denunciato di essere stata perseguitata con atteggiamenti violenti e insulti, motivo per cui da tempo aveva allontanato il marito da casa. La donna avrebbe anche voluto separarsi, ma non erano ancora state avviate le pratiche.

Dopo aver più volte segnalato al 113 i comportamenti dell’uomo, ieri ha nuovamente chiamato gli agenti denunciando la presenza del 55enne in casa e il timore di essere colpita.

L’uomo è stato così arrestato in flagranza di reato, mentre la maltrattava con insulti e ceffoni. Questa mattina il giudice ha convalidato l’arresto; l’operaio è stato rimesso in libertà con l’obbligo di non avvicinarsi all’abitazione del centro storico dove la donna vive con tre figli maggiorenni. RdC

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -