Pakistan, uccisa leader partito per la Giustizia

Zahra

19 magg – Sconosciuti hanno ucciso a Karachi, in Pakistan, Zahra Shahid Hussain, vicepresidente del Movimento per la giustizia (Pti), il partito guidato dall’ex campione di cricket, Imran Khan, secondo nelle recenti elezioni pachistane per numero di voti. Secondo una prima ricostruzione, Hussain sarebbe stata avvicinata da alcuni individui che la volevano derubare. Di fronte alla sua resistenza, l’avrebbero uccisa.

Il suo assassinio arriva alla vigilia di una rielezione parziale molto combattuta nel collegio elettorale NA-250 di Karachi, dove  il PTI era molto avanti secondo i sondaggi .

Pare che  uomini armati non identificati le abbiano  sparato fuori dalla sua residenza, ma in precedenza, la polizia aveva detto che lei era stata vittima di un’imboscata tesa da due motociclisti che erano in agguato dietro l’angolo.

“Gli assalitori hanno aperto il fuoco su Zahra, 60 anni, non appena lei raggiunto il cancello della sua residenza. Pare che fossero lì per un obiettivo solo”, ha detto un funzionario di polizia.

Tuttavia, qualche minuto più tardi, SSP Nasir Aftab, ha affermato che, in base a quello che gli investigatori avevano appreso dalla figlia, dall’autista di Zahra e dai testimoni oculari, si è trattato di una caso di criminalità. “Il leader PTI sarebbe stato uccisa nel tentativo di resistere ad una rapina a mano armata sul  ciglio della strada”.

Un testimone oculare ha detto che aveva consegnato le sue cose ai rapinatori, ma le hanno sparato ugualmente. I tiratori sono poi fuggiti via con il bottino lasciandola gravemente ferita. Zahra è stato condotta in un ospedale immediatamente, ma è morta per strada.

Secondo fonti della clinica privata, dove è stato dichiarata morta, è stata colpita alla testa due volte, a quanto pare da una distanza ravvicinata.

Imran Khan, capo del PTI, ha scritto sul suo account Twitter che era scioccato e profondamente addolorato per la brutale uccisione di Zara Shahid Hussain, che era come una sorella maggiore per noi. E ‘stato un atto di violenza mirato, ha aggiunto , dicendo che il capo del partitto MQM aveva apertamente minacciato i leader PTI. “Il tragico incidente è un atto di terrorismo palese. Il governo provinciale ha completamente fallito nella tutela dei cittadini”, ha detto Mazar.

Muttahida Qaumi Movement (MQM), capo Altaf Hussain ha tuttavia condannato l’omicidio.

Secondo il portavoce della PTI, Zahra Shahid Hussain era il membro fondatore del Pakistan Tehreek-e-Insaf.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -