4 fratelli affetti da distrofia muscolare chiedono “Metodo Stamina o eutanasia”

stamina18 magg – Quattro fratelli affetti da distrofia muscolare costretti a vivere con 700 Euro mensili, completamente abbandonati, chiedono attenzione e l’utilizzo del Metodo Stamina,in caso contrario l’eutanasia che e’ l’unica strada per chi e’ destinato ad una vita di sofferenze e indifferenza da parte dello Stato.

Palmina, Elena, Sandro e Marco hanno 41, 36, 35 e 31 anni. Tutti e quattro sono accomunati da un unico destino: soffrono di distrofia muscolare. La loro unica prospettiva è la morte. Se non verranno sottoposti al trattamento Stamina, dicono nel video, chiederanno l’eutanasia.

Per lorola diagnosi arriva nel 1980. Sono cresciuti cercando, di condurre una vita normale credendo e sperando che i progressi della scienza avrebbero prima o poi trovato la soluzione alla distrofia muscolare che, però, non è ancora arrivata.

Ad occuparsi di loro, è rimasta solo la madre, Provvidenza, vedova. Palimina, la maggiore dei quattro fratelli, vive attaccata a un respiratore. Il loro timore è quello di non rientrare nella sperimentazione del metodo Stamina che, per loro, rappresenta l’ultima speranza.

Il 15 maggio scorso, infatti, la Commissione Affari sociali della camera aveva autorizzato la sperimentazione del trapianto di staminali adulte, ma per le associazioni dei pazienti, l’emendamento al decreto Balduzzi diminuisce la quantità di malati che possono accedere alle cure. Inoltre, rilevano le associazioni, i laboratori selezionati non seguirebbero il metodo Stamina.

”Vogliamo essere curati da Vannoni, non ce la facciamo più ad andare avanti così” dicono davanti alla telecamera “chiediamo solo una possibilità, è un diritto che non può essere negato a nessuno”. tgcom24



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -