Malan (Pdl), Boldrini dica quali diritti gay e chi paga i miliardi per previdenza sociale

gay17 mag – ”La presidente della Camera Laura Boldrini ha usato la giornata contro l’omofobia per parlare di una cosa ben diversa, come il riconoscimento delle coppie dello stesso sesso, tentando di far passare il messaggio che chi dovesse essere contrario e’ da equiparare agli imbecilli e ai delinquenti che molestano o aggrediscono i gay. Silenzio invece sui paesi dove i comportamenti omosessuali sono puniti anche con la pena di morte”. Cosi’ il senatore Pdl, Lucio Malan.

”Dato che pero’ e’ scesa in campo su un punto preciso, dovrebbe spiegare quali diritti ritiene debbano essere riconosciuti – prosegue -. Su alcuni infatti, come il subentro nell’affitto e le visite in ospedale, c’e’ un vasto consenso e costi minimi o nulli, su altri invece, come i diritti ereditari o la pensione di reversibilita’, va spiegato che i costi ci sono e si riversano o sugli altri eredi o, per decine di miliardi, sulla previdenza sociale, e dunque sui lavoratori e sui pensionati.

Altro aspetto importantissimo sono i doveri che devono corrispondere ai diritti. Proprio l’area politica di provenienza della presidente Boldrini propose norme con tutti i diritti del matrimonio e nessun dovere, e per di piu’ senza che l’unione debba essere resa pubblica. Se si fa politica attiva occorre spiegare le cose e i costi ai cittadini. Altrimenti si fa demagogia”. asca

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -