Attacchi a sistemi informatici di infrastrutture critiche, blitz contro Anonymous

Anonymous17 mag. – Blitz contro gli hacker di Anonymous.
La piu’ nota organizzazione di pirati informatici e’ stata smantellata dalla Polizia Postale. Al momento sono quattro le persone arrestate con perquisizioni in corso a Roma, Venezia, Lecce, Bologna e Torino. I quattro hacker arrestati sono ritenuti dagli inquirenti il vertice italiano del movimento internazionale denominato ‘Anonymous’.

Gli hacker avrebbero costituito un’associazione a delinquere resasi responsabile di una serie di attacchi nei confronti dei sistemi informatici di infrastrutture critiche, siti istituzionali e importanti aziende. Sarebbero responsabili anche degli attacchi ai siti di governo, Vaticano e Parlamento.

L’organizzazione ha una struttura ‘anarchica’ ma i quattro referenti italiani ne utilizzavano il marchio quasi “in esclusiva” sul territorio italiano portando a termine attacchi ai sistemi informatici e a siti istituzionali. Le perquisizioni degli investigatori della Polizia Postale sono tuttora in corso a Venezia, Bologna, Roma, Torino, Lecce e Ancona.

Numeroso il materiale gia’ sequestrato, per lo piu’ materiale informatico, sara’ ora analizzato dagli esperti.
Secondo gli investigatori, i quattro arrestati sfruttavano il marchio ‘Anonymous’ non solo per perseguire le istanze del movimento, ma, in alcuni casi, anche per fini personali.
L’organizzazione avrebbe attaccato anche i siti del Vaticano, del Governo, della Polizia Postale e dei Carabinieri. Le indagini dell’operazione denominata “Tango down” effettuata dal CNAIPIC (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) della Polizia Postale, sono coordinate dalla Procura di Roma.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -