Gli mettono casa all’asta per un debito di 10mila euro, 64enne si da’ fuoco

fuocoVITTORIA (RAGUSA), 14 MAG – Per salvare la propria casa, messa all’asta per 26 mila euro, si e’ cosparso di benzina e si e’ dato fuoco; le fiamme hanno raggiunto anche la moglie e due agenti di polizia che erano intervenuto per calmare l’uomo e hanno lievemente ferito la figlia.

I ricoverati sono Giovanni Guarascio, la moglie Giorgia Fama’ entrambi di 64 anni e gli agenti Antonio Terranova e Marco Di Raimondo, con gravi ustioni al volto e agli arti superiori.

. Il drammatico gesto e’ l’epilogo di una mattinata di tensione iniziata quando l’ufficiale giudiziario si era presentato per eseguire lo sfratto e immettere in possesso il nuovo proprietario dell’immobile, che lo aveva acquistato all’asta per 26.000 euro.

L’abitazione era stata messa all’incantoa per un debito di 10.000 euro con una banca. Il poliziotto, Antonio Terranova, stava cercando di riportare la calma quando il proprietario dell’abitazione si e’ versato addosso della benzina e si e’ dato fuoco. Per opporsi allo sfratto, l’uomo aveva anche murato con conci di tufo la porta della casa, alla quale si poteva accedere solo attraverso un garage. (

 

 

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -