Codacons: no agli insulti sui social network, servono interventi

Condividi

 

social12 magg – ”Sui social network regna oggi un vero e proprio caos fuori da ogni controllo, dove dilagano insulti gratuiti e minacce spesso gravi, incitazioni alla violenza, pagine che promuovono l’odio e il razzismo”. E’ la denuncia che giunge dal Codacons che chiede ”una riforma volta ad incrementare i poteri in capo alla Polizia Postale, aumentando la capacita’ d’azione di tale compartimento e permettendo interventi immediati per oscurare siti e profili lesivi e/o pericolosi e individuare i responsabili che si nascondono dietro l’anonimato garantito dal web”.

L’associazione chiede inoltre un incontro con l’Autorita’ per le Comunicazioni al fine di studiare interventi e misure per migliorare la vigilanza e i controlli da parte dei responsabili dei social network. Secondo il Codacons i gestori dei social network ”non sembrano esercitare la dovuta vigilanza. Oltre alla lesione dei diritti personali per chi e’ vittima di minacce e offese, vi sono rischi reali soprattutto per i piu’ giovani che – sottolinea la nota – passano molte ore su Facebook e Twitter, e possono subire una influenza negativa soprattutto da quelle pagine che vorrebbero far passare disprezzo e violenza come una cosa normale o addirittura giusta”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -