“Sei poco musulmana”, calci e sputi alla moglie italiana. Denunciato marocchino

botteReggio Emilia, 8 mag. – Non solo violenze e percosse, – utilizzando anche cinghie e pentole bollenti- ma minacce di morte, offese e sputi: nemmeno il lavoro di estetista veniva ritenuto ‘onorevole’, cosi’ come gli abiti indossati. Ai familiari la donna poteva telefonare solo una volta alla settimana, cinque minuti.

Quattro anni di violenze e vessazioni alla moglie – 23 anni, reggiana, anche nel periodo in cui era incinta – per indurla ad abbandonare gli usi occidentali, non consoni alla compagna di un musulmano. La donna, che lo scorso marzo si e’ allontanata da casa tornando dai suoi genitori, alla fine ha trovato il coraggio di andare in caserma a raccontare il suo dramma. L’uomo, un marocchino di 35 anni residente nella provincia reggiana e’ stato denunciato dai carabinieri di San Polo D’Enza per maltrattamenti in famiglia.
Il gip di Reggio Emilia ha anche disposto la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie.

Condividi l'articolo

 



   

4 Commenti per ““Sei poco musulmana”, calci e sputi alla moglie italiana. Denunciato marocchino”

  1. Moglie e buoi dei paesi tuoi..il detto non mente…non ci possono essere legami tra musulmani e cristiani, facciamo parte di due mondi completamente diversi, è un dato di fatto. L’italiana se l’è cercata è inutile biasimare, sapeva a cosa andava incontro e poi 4 anni di vessazioni, 4 anni di insulti? Aò io al primo te manno a quel paese e me ne torno a casetta da mamma e papà…..4 anniiiiii??? Ma siamo matti? E poi insulti per il modo di vestirsi? Ribadisco che sei tu che sei venuto in Italia e non viceversa, sei tu che devi adeguarti alle ns. leggi, tradizioni e cultura, e se non ti sta bene…andale andale fur dali balis!!!

  2. Un’altra idiota… con tutto ciò che si sente doveva proprio prendersi un islamico, eh? Già ‘ma tanto il mio è diverso’, dicono tutte così prima… Peccato solo che si sia fatta riempire… Sarò volgare ma non ne posso + di sentire ‘ste storie tutte uguali… Se si va avanti così povere donne, come se non bastassero gli stalkers nostrani… 🙁

  3. Sono convinto che la colpa non è del marocchino,che crede nel corano e nella sua interpretazione,ma di tutte le donne che sposano questi individui per Noi infedeli (come ai tempi dei Crociati.)Si meritano quello che hanno voluto,e come ,stato Italiano, si dovrebbe essere meno accoglienti e imporre il rispetto de
    lle nostre usanze e costumi e se non vogliono integrarsi,allora ci deve essere l’espulsione.

  4. E una cosa veramente incivile, e ce ne sono moltissimi di questi casi…solo che non hanno il coraggio e la forza di denuciarli. Ha fatto bene questa ragazza a denunciare il proprio marito..Mi auguro e le auguro che questa persona incivile la lascia in pace e in serenità con i suoi famigliari.Tanti auguri e fatti coraggio…..

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -