Balotelli: disponibile a ruolo di testimonial per lo ius soli

balotelli5 MAG – Mario Balotelli risponde presente al ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge e si rende disponibile per un ruolo da testimonial di una campagna in favore dello ius soli.

“Sono sempre disponibile a ogni iniziativa o proposta che provenga dalle istituzioni tesa alla lotta al razzismo e alle discriminazioni”, ha spiegato l’attaccante del Milan, che è nato a Palermo da genitori ghanesi ma ha ricevuto la cittadinanza italiana solo con la maggiore età.

Nei primi tre anni di vita Balotelli ha dei gravi problemi intestinali per i quali è sottoposto a una serie di interventi chirurgici, le sue condizioni migliorarono verso la fine del 1992. I problemi di salute di Mario e le difficoltà economiche spingono i Barwuah a chiedere l’aiuto dei servizi sociali, che raccomandano l’affido familiare. Balotelli accuserà poi i genitori naturali di essersi disinteressati di lui, acconsentendo che un’altra famiglia lo crescesse salvo poi reclamarne il ritorno a casa solo in seguito alla sua notorietà.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -