Grecia: la UE pretende restituzione di oltre 100 mln di euro “spesi male”

gre4 magg – La Grecia deve restituire alla Commissione europea piu’ di 107 milioni di euro. Si tratta di fondi della politica agricola comune (pac), che Atene ha speso male o che sono stati pagati senza applicare le adeguate procedure di controllo previste dalle norme europee.

Nel mirino di Bruxelles non solo la Grecia ma anche la Polonia (79,9 milioni) e la Gran Bretagna (10,3 milioni), insieme ad altri undici Paesi Ue. Gli Stati membri, riferisce la Commissione Ue, sono responsabili dei pagamenti e dei controlli di spesa nell’ambito della politica agricola comune, mentre l’esecutivo europeo e’ incaricato di assicurare che i Paesi Ue facciano un uso corretto di questi fondi.

Dopo i controlli di verifica, la Grecia risulta il Paese Ue con il credito piu’ elevato: dovra’ ridare 83,8 milioni di euro per non aver rispettato la riduzione obbligatoria del rendimento minimo delle uve secche, insieme a 23,9 milioni di euro per le carenze nel sistema di registrazione del bestiame e nei controlli dei premi legati agli animali.

Anche la Polonia dovra’ pagare una cifra salata: 79,9 milioni di euro per carenze nei controlli dell’applicazione iniziale e poi nell’approvazione del ‘business plan’ della misura destinata alle fattorie di semi-sussistenza. (ANSAmed)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -