Immigrati, Boldrini: serve legge sulla cittadinanza, una nuova realta’ si impone

boldrini

3 mag – ”Oggi una nuova realta’ si impone. Gli amici dei nostri figli sono nati in Italia da genitori non italiani, studiano nelle nostre scuole, parlano la nostra lingua. E le politiche migratorie devono includere. E allora mi unisco all’appello del capo dello Stato: all’Italia serve una legge sulla cittadinanza”.

Lo ha affermato il presidente della Camera, Laura Boldrini, in un’intervista ad Avvenire in cui ha chiesto ufficialmente di ”cominciare a lavorare subito per arrivare in tempi brevi a proposte vere”.

Quanto agi insulti nei confronti del ministro Kyenge, Boldrini ha definito ”inaccettabile il livello basso degli attacchi che ha dovuto subire perche’ di pelle scura. Un Paese civile non puo’ stare in silenzio. Il futuro? Sara’ diverso. L’Italia e’ indietro, ma sapra’ correre. Negli Stati Uniti c’e’ un presidente il cui padre veniva da un villaggio del Kenia. Anche da noi – prima o poi – potra’ esserci. Anzi, e’ inevitabile che ci si arrivi, questo e’ il tempo che viviamo e negarlo e’ fuori dalla storia”. asca



   

 

 

1 Commento per “Immigrati, Boldrini: serve legge sulla cittadinanza, una nuova realta’ si impone”

  1. Per questo genere di legge direi che è necessario, prima di parlare e straparlare, gentile sig.ra boldrini, interpellare i diretti interessati, e cioè noi italiani. Non è detto che la maggioranza degli italiani sia dello stesso suo parere. In questo caso, cosa vorrebbe fare? Deportarli e metterli in un gulag con l’accusa di razzismo, nazismo, xenofobia o qualsiasi altra sciocchezza le scaturisse dalla mente? Non vi passa per la testa che la maggioranza degli italiani non gradisce quest’importazione forzata di disperati pro voti della sinistra?
    Non vi passa per la testa che gli italiani stiano benone così come sono, europei, bianchi, e felici di esserlo? Perchp mai dovrebbero rassegnarsi a non esserlo più, a terminare la loro identità e l’essenza del loro stesso popolo? Dovremmo arrenderci all’africa che avanza in nome di quale principio? Perchè dovremmo farci da parte in buon ordine e farci cancellare come entità etnica? Forse l’africano ha più diritti umani del bianco? Forse l’arabo ha più diritti dell’europeo? Sig.ra boldrini, forse lei mi vuole in qualche modo suggerire che l’europeo è una razza inferiore che andrebbe emarginata e, possibilmente, estirpata? Ci stà facendo capire che il vostro odio razziale contro noi euopei bianchi è giustificato? Ma lo sà che esistono leggi che la potrebbero far finiri in carcere per queste affermazioni di incitamento all’odio razziale ed alla discriminazione di noi bianchi?
    Attenzione, che la legge è uguale per tutti!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -