Birmania: violenze tra buddisti e islamici, case bruciate e un morto

Condividi

 

foto ansa

foto ansa

1 MAG – Un morto, decine di feriti, dieci case bruciate e una moschea rasa al suolo. Un piccolo incidente, una donna che urta un monaco e gli fa cadere la ciotola per le elemosina, e’ bastato a scatenare la violenza tra buddisti e musulmani nella cittadina di Oakkan, a circa 100 km a nord di Yangon, nel centro della Birmania.

Gli abitanti di Oakkan, terrorizzati, hanno raccontato che 200-300 persone sono arrivate in moto e hanno distrutto la moschea, mentre la polizia era completamente assente. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -