Bosnia: arrestato il presidente dell’entità croato-musulmana

bosnia

27 apr . È la più imponente operazione anti-corruzione in Bosnia, dall’indipendenza ad oggi: e tocca i vertici della federazione croato-musulmana, una delle due entità create alla fine della guerra e tenute insieme da un labile potere centrale.
Gli agenti della polizia bosniaca hanno arrestato Zivko Budimir, il presidente della Federazione croato-musulmana, e ne hanno perquisito gli uffici a Sarajevo e Mostar.

Arrestati anche diciotto alti funzionari. È stata una portavoce del presidente a confermare l’arresto, dopo le smentite iniziali.
Nessun commento invece dal magistrato, che ha assistito alle perquisizioni e che indaga su una serie di tangenti in cambio della concessione della grazia a un centinaio di detenuti nonostante il parere contrario degli organi competenti.

Budimir, 52 anni, eletto nel 2011, è un generale in congedo ed è esponente del partito nazionalista croato di Bosnia.
Dall’anno scorso era al centro di una crisi politica, per via del suo rifiuto di procedere a un rimpasto del governo regionale e di nominare nuovi giudici della Corte Costituzionale. euronews



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -