Confindustria: pressione fiscale al 53% è intollerabile

Condividi

 

tasse23 APR – Al netto del sommerso la pressione fiscale effettiva in Italia e’ al 53% e aumentera’ nel 2013 di un altro punto: per Confindustria, che lo ha sottolineato in audizione al Senato sul Def, sono livelli ”intollerabili” per i quali ”non si puo’ pensare a nuove tasse”.

Intanto il presidente Giorgio Squinzi ribadisce le priorita’ indicate dagli industriali al Governo: intervento sui debiti della P.A. e riduzione del costo del lavoro, in particolare con l’abolizione dell’Irap. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -