Afghanistan: talebani “mozzano” mano e piede a 2 presunti ladri

maniHerat (Afghanistan), 20 apr. – Applicando alla lettera la versione piu’ spietata della sharia, la legge coranica, nella provincia occidentale afghana di Herat i Talebani hanno mozzato la mano destra e il piede sinistro a due presunti ladri. I due, un 27enne e un 35enne, erano stati condannati al “castigo islamico” per essersi impadroniti di “proprieta’ pubbliche”, quali “denaro, motociclette e altri beni”.

Zarin e Faiz, questi i nomi dei presunti ladri, erano stati catturati alcuni giorni fa dagli ex studenti coranici, e processati davanti a un tribunale clandestino, formato da religiosi integralisti, a cui avrebbero confessato le loro colpe.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Aip, la macabra cerimonia della punizione si e’ tenuta venerdi’ intorno a mezzogiorno nella localita’ di Shahar-i-Khalil, “davanti a una grande folla”. Le vittime sono poi state ricoverate in ospedale nel capoluogo provinciale omonimo.
Un portavoce dei Talebani, Yousuf Ahmadi, ha nel frattempo rivendicato la punizione esemplare per i due ladri.
L’amputazione era una pratica comune quando i fondamentalisti erano al potere, prima che il loro regime fosse rovesciato dall’intervento militare occidentale alla fine del 2011, ma resta abbastanza diffuso in alcune zone dell’Afghanistan sulle quali le autorita’ legittime di Kabul non hanno pieno controllo.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -