Maestro accusato di pedofilia torna libero, rabbia dei genitori

bimboBergamo, 17 apr. – Il maestro accusato di pedofilia torna in liberta’ e i genitori degli scolari indicono una giornata di sciopero dalle lezioni. Si annuncia una mattinata di tensione, a Palosco, provincia di Bergamo, dove oggi l’insegnante della scuola elementare del paese torna libero grazie alla scadenza dei termini per la custodia cautelare.

Il 61enne era stato arrestato (a un mese dalla pensione) il 18 aprile di un anno fa dai carabinieri che, dopo avere raccolto le segnalazioni di alcuni genitori, avevano piazzato delle telecamere e lo avevano cosi’ sorpreso in flagrante. La vittima era un bambino, con il quale l’insegnante da diversi mesi lasciava la classe durante le ore di lezione per appartarsi in un locale del seminterrato.

In attesa del processo che iniziera’ domani, a Palosco il clima e’ molto teso. Gia’ nei giorni successivi all’arresto Forza Nuova aveva affisso lo striscione “Pena di morte”. Ieri qualcuno ha affisso davanti alla procura di Bergamo dei manifesti in stile “Wanted” con foto e nome del maestro e firmati da un gruppo che si definisce “Manipolo d’avanguardia Bergamo”. Per oggi il Comitato genitori di Palosco ha invitato tutte le famiglie a un giorno di sciopero di protesta tenendo a casa i figli da scuola. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -