Roma: bulgara riduce in fin di vita la figlia di 2 mesi, arrestata

Condividi

 

neonROMA, 16 APR – Aveva picchiato la figlia di due mesi riducendola in fin di vita e creandole una disabilita’. Poi l’aveva abbandonata in ospedale. Per questo una bulgara di 33 anni e’ stata arrestata con l’accusa di tentato omicidio, lesioni gravissime ed abbandono di minore.

L’episodio nel gennaio scorso. Gli accertamenti medici avevano evidenziato un quadro clinico molto grave derivante da emorragie cerebrali e fratture craniche che le hanno provocato uno stato di disabilita’ permanente. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -