Pescara. Ultrà ucciso: rissa sfiorata tra tifosi e rom davanti al tribunale

Condividi

 

rigante

PESCARA, 16 APR – Sfiorata la rissa davanti al Tribunale di Pescara tra un gruppo di tifosi del Pescara e alcuni zingari parenti di Massimo Ciarelli, ritenuto il responsabile dell’omicidio del 24enne ultra’ pescarese, Domenico Rigante, ucciso con un colpo di pistola il primo maggio dello scorso anno: il tentativo di azzuffarsi tra le due fazioni, avvenuto al termine di un’udienza, e’ stato prontamente sedato dalle forze dell’ordine, presenti in gran numero, che hanno sequestrato alcuni bastoni e mazze.

Omicidio ultrà di Pescara, si costituisce il rom

Spedizione punitiva di un gruppo di rom, Ultras di 24enne ucciso a Pescara

Ultrà ucciso, tensione a Pescara. Bloccato corteo diretto a quartiere rom

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -