Unhcr: In Italia almeno 3000 rifugiati vivono in edifici occupati

Condividi

 

Unhcr15 apr – «La situazione di Torino è solo la punta dell’iceberg – spiega Laurens Jolles, delegato dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) per il Sud Europa -. Il problema è molto più vasto e riguarda sia l’accoglienza che l’integrazione dei rifugiati in Italia».

Sta dicendo che l’occupazione dell’ex Villaggio olimpico da parte dei profughi dell’Emergenza Nord Africa non è un caso isolato nel Paese?

«Secondo le nostre stime sono almeno tremila i rifugiati e richiedenti asilo che vivono in situazioni di occupazione solo nelle principali città italiane. Stiamo parlando di donne, bambini e uomini in fuga da guerre, violenze e persecuzioni che pur avendo ottenuto un permesso di soggiorno per protezione vivono in situazioni di grave emarginazione sociale». (lastampa)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -