In casa di accoglienza 15enne costretto da coetaneo a mangiare escrementi

faceTreviso, 14 apr. – Dopo il furto del profilo su Facebook, punisce il ladro costringendolo a mangiare degli escrementi e pulire il wc con lingua. La vicenda con protagonisti due 15enni è stata confermata dai carabinieri, che sono intervenuti su segnalazione dei responsabili di una casa di accoglienza del Trevigiano, dove i due ragazzini vivevano. L’autore del gesto è stato denunciato per violenza aggravata e minacce.

La vicenda, riferita da Il Gazzettino, è venuta alla luce quando i due ragazzi, che condividevano la stessa stanza, non si sono presentati all’appello. Un educatore, andato a cercarli, è stato minacciato con un coltello da cucina dall’aggressore, noto come elemento problematico e particolarmente robusto e quindi anche difficile da bloccare. ”Fai silenzio o ti ammazzo”, ha detto il 15enne armato all’educatore, che però poi lo ha riportato alla ragione e ha chiamato i carabinieri.


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -